La scelta

 


Un vecchio minatore-poeta, la nipote di un minatore degli anni sessanta, un giovane di iglesias, un responsabile di un centro di documentazione della azienda mineraria, un prete che ha intrecciato il suo percorso di fede con le vicende delle occupazioni dei pozzi, un minatore sindacalista ed altri personaggi riflettono sugli effetti della chiusura delle miniere e sui possibili sviluppi economici della zona della Sardegna meridionale chiamata Iglesiente. La cornice è costituita dal paesaggio e dal ciò che rimane dell’architettura industriale legata all’attività mineraria.
Protagonisti
I protagonisti sono minatori e giovani disoccupati legati alla zona dell’iglesiente, sono personaggi reali che raccontano attraverso l’intervista, le loro vite.

Manlio Massole: minatore, poeta, ex maestro a Fluminimaggiore, sceglie di stare in miniera.
Gianluca Silesu giovane di Iglesias, laureato in cerca di una prima occupazione seria
Lucia Argiolas: giovane di Sardara che studia e lavora in continente, ha già intrapreso il percorso che la porta lontano dalla sua isola in cerca di lavoro.
Sergio Fonnesu: minatore, elettricista, minatore, tra gli occupanti dei pozzi nel 1992 e 1993.
Francesco Carta: minatore fluminese, sindacalista, segue da quindici anni tutte le vertenze del territorio
Franco Farci: minatore fluminese, tra gli occupanti dei pozzi nel 1992 e 1993.

film documento di Dario Coletti
aiuto regia e segreteria Lucia Argiolas
montaggio e visual effects Iolanda Di Bonaventura
prodotto da Dario Coletti e Jana Project

Annunci

l’infanzia del mago

cropped-mg_6987-copia-bruno2.jpg

L’osservazione dell’album di famiglia è stato un momento di crescita e il mio primo rapporto con questi fogli di carta impressionati, con l’odore degli acidi di sviluppo e fissaggio, è indissolubilmente legato ai miei ricordi.

Dario Colettivolevo essere un mago 

tratto da il fotografo e lo sciamano dialoghi da un metro all’infinito

Postcart edizioni